Area Riservata
METEO Alassio

Sport ad Alassio

mtbalassio_011_dom

Mare e terraferma, un clima ideale per le attività sportive, il supporto di infrastrutture all’avanguardia ed estremamente versatili. Alassio, con queste caratteristiche che la rendono unica e preziosa, si propone al resto del mondo come il posto ideale per lo sport. Agli sport tradizionali, individuali o di squadra, sono dedicati impianti moderni e adatti a soddisfare le esigenze di tutti gli appassionati.
Ma grande spazio è dato per le ovvie ragioni climatiche e logistiche alle attività sportive che non necessitano di impianti, e a quelle che associano sport e turismo grazie a impianti integrati nell’ambiente naturale, permettendo di scoprire e gustare la bellezza del paesaggio, la varietà e la ricchezza della flora e della fauna, trasformando Alassio e la Liguria in una splendida palestra a cielo aperto.

Nei mesi estivi (ma non solo) è il mare ad attirare il maggior numero di sportivi: gli splendidi fondali, le spiagge e le scogliere offrono molte possibilità di attività sportive, dalle immersioni al surf. Dalla vela – sport che ha reso famoso in tutto il mondo il mare di Alassio – al ciclismo, dal windsurf all’off-shore, dalla pallavolo al beach-volley, dal karate all’aikido, dal tennis alle bocce: nell’albo d’oro delle manifestazioni sportive la città è sempre presente, da gennaio a dicembre.

Sicuramente da segnalare la GranFondo Muretto di Alassio MTb per tutti gli appassionati di Mountain Bike

Gli escursionisti e gli amanti del trekking dispongono di itinerari sia invernali sia primaverili. Gli appassionati di equitazione trovano percorsi panoramici e naturalistici di grande qualità, che ricalcano le antiche strade di collegamento tra i paesi, lontani dal frastuono urbano.
Da segnalare a questo proposito il percorso – passeggiata di San Bernardo meglio conosciuto come “percorso verde”. Per arrivarci è semplicissimo: da Via Borri (Campo Sportivo) si sale verso la strada panoramica che porta verso la “Puerta del Sol” fino ai ruderi della Chiesa di San Bernardo.
Sulla sinistra della strada di fronte alla Chiesa inizia quindi il percorso verde che si estende per circa due chilometri tra pini ed arbusti vari. Tra questi sono stati installati diversi attrezzi ginnici e panchine per rendere più piacevole ed esclusiva la permanenza in tale ambiente.
E ancora deltaplano, parapendio, minigolf, tennis da tavolo, calcio, basket.

Gli appassionati di MTB avranno l’imbarazzo della scelta tra i percorsi ciclabili come l’anello della Baia o il percorso della Piana di Albenga.

Da segnalare il percorso ciclabile al Monte Saccarello

Partendo da San Bernardo di Mendatica su Asfalto, si raggiunge Monesi di Triora, iniziando una lunga salita, in parte su cemento, poi sterrata, che fa raggiungere la grande statua del Redentore, posata per festeggiare l’arrivo del XX° secolo.
Da qui un sentiero di costa ci fa raggiungere il Passo Garlenda, dandoci un panorama eccezionale, sia sulle Alpi che sulla costa.
Dopo un breve tratto su cui pedalano solo i più allenati, passiamo sotto il Monte Frontè, identificato da una statua della Madonna, al Momento malconcia a causa di un fulmine che l’ha colpita.

Una discesa, subito tecnica e poi divertente e veloce attraverso prati, per finire di nuovo nel tecnico, porta al Colle del Garezzo.
In discesa velocissima su sterrata, si ritorna in alcuni km. al punto di partenza.
A causa dell’altitudine del percorso, la partenza è già oltre i 1100 m. slm, l’escursione può essere fatta solo nei mesi più caldi, la fioritura dei rododendri, mediamente alla fine di Maggio, danno un incentivo a questo che è tra i più bei giri, da fare nella zona.
Difficoltà MC/MC scala CAI

Facebook